Menopausa: “combattila” con la soia!

Scritto da Marco Putignano Il Archiviato in Blog

Soia - Centri MisakyMolte volte incontro donne che mi chiedono consigli per ridurre in modo naturale uno dei disturbi più comuni della menopausa: le vampate di calore; il primo alimento che consiglio è la soia, una pianta erbacea, originaria dell’Asia orientale spesso utilizzata in alternativa alla carne, anche per la versatilità delle sue preparazioni.

E’ un vero e proprio ingrediente dietoterapico, innanzitutto per la presenza di lecitina, sostanza in grado di abbassare i livelli di colesterolo totale: inoltre, tra le popolazioni asiatiche, note consumatrici di soia, risulta una minore incidenza di problemi legati al climaterio (il periodo che precede e segue la menopausa), di casi di osteoporosi, di malattie cardiovascolari.

Infatti, la soia è molto ricca di flavonoidi, che hanno una funzione simile a quella dell’estradiolo, il principale estrogeno prodotto dalla donna: essi possono essere utili per ridurre le fastidiose “vampate di calore”, tipiche della donna in pre-menopausa.
Gli effetti positivi sono riscontrati se il consumo di soia è continuo e regolare durante il corso della vita o, quantomeno, iniziato 10-15 anni prima della menopausa.

Qualche consiglio per consumare la soia:
i germogli possono essere inseriti nell’insalatona o in un gustoso cous-cous; lo yogurt e il latte possono essere alternati a quelli vaccini; la farina di soia può essere utilizzata per la preparazione di biscotti o di pasta fresca; il tofu è un prodotto simile per aspetto al formaggio ma a ridotto tenore di grassi, indicato, quindi, anche per le diete ipocaloriche.

Sono solo alcuni spunti per abbinare salute e prevenzione: provare per credere!

 

A cura della Dott.ssa Giulia Tosti
Biologa Nutrizionista
Centro Figurella e Centro Misaky San Donato Milanese

Tags:

Trackback from your site.